3 gennaio 2017

"THE BAD BOY" (S.Towle)

Il 31/01/2017, tornerà in Italia Samantha Towle con “The wild boy” (in inglese “Wethering the storm”), il secondo libro della serie THE STORM, ma nell’attesa parlerò del primo titolo “The bad boy” (il cui titolo originale e a mio parere preferibile è “The mighty storm”). E’ stato pubblicato in Italia solo il 23/06/16, per opera della Newton Compton Edizioni e sarà sempre Newton a continuarne la pubblicazione. La serie ruota intorno alle vite di Trudy Bennett, giornalista musicale e amica d’infanzia di Jake Wethers, front man della rock band americana Mighty Storm, conosciuto in tutto mondo per il suo talento, i suoi eccessi e le dipendenze. Questo libro è in poco tempo ormai diventato un must del genere contemporary romance-new adult ed è in pratica uno di quei libri che chi ama il genere (ma non solo loro) deve assolutamente leggere ed avere nella propria collezione, possibilmente, cartacea.

THE BAD BOY
Samantha Towle

Titolo Originale: The Mighty Storm #1
Editore: Newton Compton Editori
Serie: The Storm

Trama: Per Tru è un grande giorno perché la sua amica e direttrice la sta mandando ad intervistare Jake, il suo amico d’infanzia perduto. Nonostante cerchi di prepararsi al meglio per questa grande ed irripetibile occasione, si ritrova del tutto spiazzata davanti ad un Jake che non solo non l’ha dimenticata, ma che è disposto a tutto per averla vicina, al punto che inaspettatamente le sconvolgerà la vita con una proposta irrinunciabile:seguire la band in giro per l’Europa e gli States e scrivere la biografia ufficiale di Jake e della band, attraverso i racconti del backstage dei concerti. Il problema più grande però si chiama Will: il ragazzo di Tru da due anni. Le scintille sono assicurate su tutti i fronti e si diramano in molteplici parti della storia, soprattutto perché bisognerà capire come Tru e Jake affronteranno il loro nuovo incontro, la nuova possibilità che gli si presenta all’orizzonte; se Tru coglierà l’occasione di riallacciare in modo permanente i rapporti con il suo ex migliore amico diventato un bad boy in piena regola circondato da una serie infinita di donne, dedito agli eccessi estremi, ricoperto di tatuaggi o chiuderà definitivamente con il passato che l’ha ferita. E come gestirà la sua duratura storia con il dolce e stabile Will? Questa è la storia dei ritrovati Tru e Jake.
Dalla trama del libro è facilmente intuibile che questo romance sia caratterizzato da una forte componente sensuale e da un triangolo amoroso di spessore.. beh si questo è vero ma bisogna andare oltre questo perché, caspita un terzo del triangolo è composto dal ribelle Jake! Uno di quei personaggi che, se avessi la bacchetta magica di Harry Potter sicuramente non resterebbe relegato alla fantasia, ma diventerebbe una piacevole realtà per gli occhi e soprattutto per il cuore. Perché in tutto questo parlo ancora del cuore? Beh perché se in un primo momento quel che può attrarre è la descrizione fisica del bad boy, accompagnata da una certa facciata di spavalderia ed una serie di escamotage per raggiungere il suo obiettivo (Tru), quello che in realtà poi rapirà chi legge il libro è la sensibilità di Jake. Il suo essere fragile e la necessità che ha di imparare a convivere con il proprio passato, con i demoni che ne fanno parte e che influenzano la sua personalità, sono la grande sfida da affrontare per poter tenere con sé Tru. Perché se conquistarla fisicamente non è poi così difficile, è tutt’altro ottenere la sua fiducia e  soprattutto mantenerla. Esatto Jake ha come tutti degli scheletri nell’armadio, come Paul ad esempio. Gli altri demoni sono invece conosciuti al grande pubblico che lo segue e si chiamano alcol e droga.. e poi c’è il lutto, la perdita del migliore amico, Johnny. Jake deve affrontarli e superarli per non perdere la sua grande occasione di essere felice... perché ad un certo punto solo la musica non basta.

I WEAR MY SCARS, THEY DON'T WEAR ME

Jake è il co protagonista di questo romance ed è raccontato dal pov di Tru, una giovane donna caratterizzata dalla determinazione, dalla sicurezza di sé e da un profondo amor proprio che è pressoché irrinunciabile anche di fronte all’inestimabile amore per Jake. Lei ci racconta di se stessa, di lui e di loro. E’ un libro che ti dà la perenne sensazione di vivere sull’altalena impazzita delle emozioni e anche quando sei alla fine e stai per scendere, quindi sai che emozione stai vivendo, sei ancora in pieno scombussolamento interiore. E’ certamente uno di quei romance che ti porti dentro per un periodo infinito e che hai la perenne voglia di rileggere perché sai che in qualche modo ti farà star bene se sei giù o ti renderà ancora più felice se stai già bene.  E’ un romanzo che, solo a pensarci, ti fa sospirare e sognare e, grazie allo stile della Towle, t’incatena indissolubilmente alle pagine, dalla prima all’ultima parola. Scrittrice che è stata in grado anche di rendere speciali i personaggi secondari come Stuart (l’assistente personale di Jake) e Dave (la guardia del corpo), punti di riferimento per la nostra rockstar ma che diventeranno con il tempo anche punti di riferimento importanti per Trudy stessa. Personalmente ho anche apprezzato molto la scena con cui si chiude il libro (che in realtà è una delle prime scene): una sorta di appendice sul primo incontro, raccontato dal pov di Jake e con cui alcuni aspetti sono delineati e chiariti, come la reazione di Jake e la sua decisione e il suo stato d’animo.
E mi rendo conto proprio ora di quanto amo quest'uomo. Perdutamente. Sono dipendente da lui. E' una droga a cui non penso rinuncerò mai.
La penna di Samantha Towle è incalzante, fluida, diretta e ti fa entrare nella scena così a fondo da non farti sentire una semplice lettrice ma parte integrate della storia, talvolta nella testa di un personaggio, talvolta in quella di un altro personaggio… pur mantenendo un unico pov.

E’ una storia d’amore? Si certo, ma è anche la storia di un’amicizia ferita. E’ una storia di tormenti e gioia che t’incolla alle pagine in modo pressoché letterale. Uno di quei libri che desideri non finisca mai perché quando sai che sei ormai all’ultima pagina, ti spiace troppo e vorresti saper qualcosa di più.

https://open.spotify.com/user/21nq4aj3cnefb534lixo2ke2a/playlist/4DTPksQ2vGFJW4pTN6rIvK

Nessun commento:

Posta un commento